Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Gli e-book non decolanno li ha comprati 1 studente su 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Gli e-book non decolanno li ha comprati 1 studente su 5

Messaggio  Gilberto Carron il Mar Ott 18, 2011 1:43 pm

Sondaggio di Skuola.net, meglio il caro vecchio libro di carta

roma

La tecnologia non piace agli studenti italiani e, nonostante questo dovesse essere il loro anno gli e-book stentano a decollare. E, per il 78% degli studenti italiani delle scuole secondarie nessuna versione elettronica dei libri di testo. È quanto emerge da una ricerca online svolta da Skuola.net la settimana passata e alla quale hanno partecipato 670 studenti di medie e superiori. Tutto ciò proprio nell’anno in cui, secondo la legge 6/8/08 n.133, entra in vigore per il collegio dei docenti l’obbligo di adottare esclusivamente testi disponibili anche in formato elettronico.

Gli studenti preferiscono il caro vecchio libro di carta, non solo perché fanno fatica a studiare sul pc, ma anche perché risulta ancora difficile trovare i libri in formato elettronico. Infatti, la metà degli intervistati lamenta la completa assenza degli e-book fra i testi adottati. Senza contare che solo il 5% degli intervistati ha rilevato, nella propria scuola, la piena applicazione della legge.

Gli e-book sembrano incontrare maggiori preferenze tra gli studenti delle scuole medie, ma comunque il risultato globale è abbastanza chiaro: solo 1 studente su 5 li ha acquistati. Tra coloro che non hanno acquistato e-book, la motivazione principale riguarda la preferenza di studiare sul libro cartaceo anziché di fronte allo schermo di un pc, seguita poi dalla convenienza economica nell’acquisto di testi usati in formato tradizionale.

Invece gli innovatori si dividono in base delle fasce d’età: alle superiori nel biennio hanno scelto gli e-book principalmente per limitare il peso nello zaino, mentre al triennio è stato il prezzo più conveniente a spingerli verso questa scelta. Diverso il discorso per gli studenti delle scuole medie che oltre al prezzo più economico, iniziano ad apprezzare lo studio sul pc e, quindi, vedono più favorevolmente l’utilizzo degli e-book.

«I risultati del sondaggio ci hanno sorpreso - dichiara Daniele Grassucci, Responsabile delle Relazioni Esterne di Skuola.net - solo il 5% degli studenti quest’anno ha deciso di acquistare tutti i libri in formato elettronico. Sebbene a partire da quest’anno la versione elettronica sia obbligatoria per tutti i libri di testo adottati, solo il 7% degli studenti intervistati si è trovato nella condizioni di poter scegliere il cartaceo o il digitale per ognuno dei libri di testo adottati. Addirittura oltre la metà non ne aveva a disposizione nemmeno uno. Insomma, sembra che alla norma non sia seguita un’applicazione pratica da parte delle istituzioni scolastiche».

«Tuttavia - prosegue Grassucci - anche gli studenti delle superiori sembrano essere piuttosto diffidenti nei confronti degli e-book e tendono ad acquistarli principalmente per ragioni di risparmio di denaro o di peso. Gli studenti delle scuole medie, per i quali abbiamo registrato una maggiore diffusione dei libri elettronici, sfruttano la loro condizione di nativi digitali e quindi li prediligono perché sono già abituati a studiare direttamente al computer. E a tal proposito - conclude Grassucci - sono presumibilmente pochi gli istituti scolastici attrezzati con pc o tablet per permettere agli studenti di utilizzare normalmente gli e-book durante le lezioni».
lastampa.it
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum