Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Messaggio  Arrigo Berenghi il Mer Mar 23, 2011 11:02 am

Devo ancora e ahimé segnalare il solito contributo falso, tendenzioso e parziale. Il quotidiano recepisce la sola versione di un docente offeso senza verificare l'attendibilità dei fatti.

Per il momento il link per vostra informazione e a più tardi per i commenti.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/03/23/news/parini_troppi_insulti_dai_genitori_e_cinque_professori_se_ne_vanno-13974366/index.html?ref=search

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Messaggio  Bond il Mer Mar 23, 2011 11:26 am

Perchè un docente continua a cambiare scuola?
E' colpa dei genitori?
Oppure c'è un problema?

Il solo problema è che il Parini ha una visibilità eccessiva e fa notizia.

Anche il Corriere della sera pubblica un solo punto di vista


http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_marzo_23/professoressa-liceo-parini-contestata-severa-190286754053.shtml


Ultima modifica di Bond il Gio Mar 24, 2011 1:52 am, modificato 1 volta
avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Io sono molto indignato e voi?

Messaggio  Bond il Mer Mar 23, 2011 7:42 pm

Sono un genitore offeso e amareggiato per l'articolo e per gli insulti che commentano la notizia di oggi sul Liceo Parini pubblicata sul quotidiano Repubblica e sul Corriere della Sera.
Questo giornalismo scandalistico e ignorante senza se e senza ma divide tra buoni docenti, sottopagate vittime innocenti e cattive famiglie che proteggono ignoranti e viziati figli.
La realtà è ben diversa.
Mi auguro di vedere sulle stesse pagine un'onesta smentita da parte delle autorità scolastiche che ben conoscono i fatti.
Meglio sarebbe e sarebbe stato, invece di sostenere le migrazioni da una scuola all'altra, gestire nelle opportune sedi e con gli strumenti adeguati le inadempienze di coloro che approfittano del populismo e della notorietà del liceo Parini per facili e demagogiche campagne.

avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Oggi in troppi mi hanno riflettere e io proverei a fare un altro giro

Messaggio  Arrigo Berenghi il Mer Mar 23, 2011 9:39 pm

Condivido il sentimento di Bond. e' stato il mio, immediato questa mattina alla lettura della stampa, se possiamo ancora chiamarla così.

Poi ho parlato con diverse persone. Le mie tutor, altre della scuola e alla fine mi sono convinto che noi genitori dobbiamo passare da un'altra via.

Così ho buttato giù qualche considerazione a nostro uso e consumo, siamo la professione sociale meno supportata in questo Paese disastrato e, allora, almeno sosteniamoci fra noi.

Tante mail di genitori oggi ho ricevuto, tutti che non conosco di persona, ma tutti hanno espresso belle cose a testimonianza della ricchezza che ci caratterizza e questa è la nostra forza. Il clamore degli altri nulla potrà se quello che oggi ho letto e sentito ci accompagnerà.

Allora mi sono regalato la lettura di questa canzone di Giorgio Gaber, scritta assieme la suo paroliere storico. Data l'anno 2003, molte cose si percepivano ma non erano così delineate ma lui, sempre d'avanguardia, dedicava questa canzone ai bambini. Per chi volesse ascoltare musica e testo youtube vi aspetta.

E comunque grazie a tutti i genitori del Parini e a tutti i genitori, la nostra forza guiderà i giovani e i risultati arriveranno nonostante la durezza dei tempi.

Giorgio Gaber

Non insegnate ai bambini
(2003)

Non insegnate ai bambini
non insegnate la vostra morale
E’ così stanca e malata
potrebbe far male
forse una grave imprudenza
è lasciarli in balia di una falsa coscienza.

Non elogiate il pensiero
che è sempre più¹ raro
non indicate per loro
una via conosciuta
ma se proprio volete
insegnate soltanto la magia della vita.

Giro giro tondo cambia il mondo.

Non insegnate ai bambini
non divulgate illusioni sociali
non gli riempite il futuro
di vecchi ideali
l'unica cosa sicura è tenerli lontano
dalla nostra cultura.

Non esaltate il talento
che è sempre più¹ spento
non li avviate al bel canto, al teatro
alla danza
ma se proprio volete
raccontategli il sogno di
un'antica speranza.

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

Giro giro tondo cambia il mondo.
Giro giro tondo cambia il mondo.

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Quarto Potere

Messaggio  LaRagazzadiBamby il Gio Mar 24, 2011 2:44 am

Ho sempre pensato che la stampa fosse di parte che non fosse libera e che ci propinasse quello che voleva. Lo pensavo ma come pensavo che esistono le malattie, che la morte puo' colpirti all'improvviso.Un po' come un luogo comune, un po' come se il malato fosse sempre un amico e mai tu. Questa mattina, leggendo il corriere a scrocco in un bar, prima di spararmi le mie ore di lavoro quotidiane per poco non mi strozzo nel bere il caffè :
Benedetta Argentieri del Corriere della Sera mi comunica che mando mio figlio in una scuola dove ci sono genitori che sono degli animali che insultano i docenti e proteggono dei minorati mentali che non sono in grado di giudicare minimamente il lavoro dei loro professori.
Mando mio figlio in una scuola dove i genitori fanno mobbing agli insegnanti che fanno mobbing alla stampa che riporta che la responsabilità di tutto cio' è del Presidente del Consiglio di Istituto e di alcuni genitori che hanno cariche e che il Preside non c'entra nulla.
Mi sono fermata un attimo ed ho pensato al sogno all'incontrario di Paolo Rossi a Su la testa :
........"Era un sogno dove io volavo volavo volavo volavo
e dall'alto vedevo Milano e vedevo anche la Svizzera
e la Svizzera nel sogno all'incontrario era uguale
perché il contrario di neutro è neutro
Ma la mia città, la mia città, la mia città,
la mia città era perfetta:
in piazza del Duomo c'erano i piccioni che fotografafano i giapponesi,
i giapponesi che facevan la cacca in testa ai piccioni
E la mia città aveva una giunta vera,
con geometri che facevano i geometri,
assessori che facevan gli assessori
e i ladri che facevano i ladri
e non c'erano i geometri che facevano i ladri,
gli assessori che facevano i ladri
e i ladri che non sapevan che cazzo fare
perché facevano tutto gli altri,
Era un sogno a testa in giù...
Era un sogno perfetto,
dove in via Montenapoleone a Milano
sfilavano modelle americane basse e intelligenti
E sui muri non c'erano spiaccicate le pubblicità dei Benetton
Perché spiaccicati sui muri c'erano... i Benetton!"................

Facendo parte della categoria Genitori Parini io mi rifiuto di pensare che ci siano genitori che vogliono mandare via insegnanti severi, per diletto o capriccio, con la complicità di un clan di genitori "eletti" e il silenzio assenso del Preside.

Per la prima volta ho avuto paura che il luogo comune, che mi aveva sempre accompagnato, fosse diventato la mia nuova realtà. Stavolta avevo letto la prima menzogna reale che cercavano di farmi passare come la verità assoluta tanto da non richiedere neanche un confronto.
Ed io sapevo che questa era una menzogna.
Non so chi sia la Prof.ssa che parla ed infanga persone come il Presidente del consiglio di istituto ed altre cariche (altri genitori del consiglio di istituto ? il presidente dell'associazione dei genitori?) sostenendo tra le righe che in tutto cio' il Preside è una sorta di burattino in mano a questi loschi individui.
Io ho conosciuto alcuni di questi genitori che hanno cariche a scuola (non privatamente, ci tengo a precisare, ma nei luoghi preposti per conoscerli quindi accessibili a chiunque voglia farlo...ad es. durante le riunioni che hanno portato alle liste per la votazione, durante la riunone dell'assemblea genitori) e posso dire che sentendoli parlare ed appassoniarsi durante le discussioni hanno sicuramente personalità forti ma non farebbero mai nulla contro qualcuno per il gusto di farlo o per interessi personali. Se non vivessi in un mondo all'incontrario e se fossi la giornalista andrei anche a scoprire l'altra faccia della medaglia almeno per poter riportare una notizia che si avvicini alla realtà e dire a me stessa : ah già che di mestiere faccio la giornalista.
Se facessi il Preside difenderei la mia scuola e il mio operato e non mi farei passare per colui che non c'entra nulla e che delega il clan a fare il lavoro sporco.
Se facessi il Presidente del CDI andrei da Benedetta e le direi : "ma che cazzo scrivi ?"
Se facessi uno dei genitori con cariche sarei indecisa se andare da Benedetta o direttamente dalla Professoressa a spiegarle con calma che ancora non siedo alla destra del Padre (per chi crede) e non ho Ruby come migliore amica (per chi non crede)
Siccome faccio semplicemente il genitore protesto sul Forum e mi unisco a Bond e Arrigo.
Pensare che se avessi avuto una femmina l'avrei chiamata Benedetta !
avatar
LaRagazzadiBamby

Numero di messaggi : 10
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Messaggio  Bond il Gio Mar 24, 2011 12:08 pm

grazie

grazie a te genitore che sei Genitore,
genitore come ormai troppo pochi evidentemente sono, che hai voglia e per questo trovi il tempo di alzare la testa, anche solo un poco, per protestare e dire che se il re è nudo qualcuno se ne accorge.

Non posso che constatare e purtroppo condividere l'opinione che hai sulla Benedetta, peraltro iscritta al nostro forum da oltre due anni, come anche il suo collega Vanni, che quindi ben sanno che i genitori del liceo sono anche quelli che quotidianamente
e gratuitamente sono impegnati con la scuola e per la scuola a beneficio di tutti.

Purtroppo c'è anche malafede, infatti la frase:
"Sono un genitore offeso e amareggiato per l'articolo e per gli insulti che commentano la notizia di oggi sul Liceo Parini pubblicata sul quotidiano Repubblica e sul Corriere della Sera."
è diventata sul Corriere della Sera dell'edizione di oggi:
- una mamma si dice "indignata e offesa e amareggiata per il comportamento della professoressa"-
.....
avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Ancora Grazie

Messaggio  Arrigo Berenghi il Gio Mar 24, 2011 5:15 pm

Perché nessun male viene per nuocere. Repubblica con il suo giornalismo di qualità (almeno gli altri quotidiani - Corriere e Stampa - almeno oggi hanno recuperato un'esame un pò più complessivo della situazione riportando le dichiarazioni di studenti, preside e presidente del cdi) ci stanno rendendo un grande servizio: quello di compattarci, quello di farci ritrovare più uniti di prima, ove ve ne fosse bisogno, non urlanti perché non lo siamo e non lo siamo mai stati. Siamo solo determinati e questo è quello che siamo. Siamo lucidi e determinati a non voler far trasformare la scuola pubblica in palestra privata di isolati docenti che la vorrebbero usare per come vogliono e per come gli viene. Peccato che la scuola pubblica possa solo essere la palestra di vita dei giovani che la frequentano. Le difficoltà in questo contesto non stonano, purchè rientrino in un ambito di dialettica gestibile e, credetemi, questa volta si era andati veramente oltre.

In ogni caso io, rappresentante di classe e presidente del comitato genitori, sono tranquillo. Quello che ho fatto lo rifarei e quello che ho detto lo ripeterei in qualunque luogo, in qualunque sede alla presenza di chiunque. Sono due giorni che ricevo mail da colleghi genitori che mi fanno inumidire gli occhi perché le persone ci sono e devono solo uscire allo scoperto con la ricchezza razionale ed emotiva che portano e io, personalmente, sono orgoglioso di rappresentare questa umanamente immensa comunità dei Genitori del Parini: questa è l'Italia vera e non quella dei media.

Permettetemi di ringraziare:
1. gli studenti, sempre loro e per primi loro. In questa vicenda hanno dimostrato lucidità, personalità e determinazione a difesa della verità (si leggano le dichiarazioni del Corriere). Per avere 17/18 anni è una bella partenza e, nonostante quello che qualcuno cercava di ripetergli, sono tutti dotati dalla vita e ricchi di doni, stanno imparando a usarli e sono sulla buona strada. Fanno bene ad assecondare il loro istinto e la loro natura e a voler essere selettivi con i docenti, pochissimi, che gli propinano rigore per loro e permissivismo per se stessi. Grazie, da padre, per le parole spese in difesa del nostro operato e, ricordatevi, sempre, noi ci siamo e saremo al vostro fianco, critici quando dovuto ma a supporto quando occorre.

2. Alle mamme del Parini tanto vituperate in questi giorni. Loro sono la parte migliore della scuola, disponibili, sensibili, curiose e coraggiose, ripeto coraggiose in un'epoca di grandi paure, impegnate nella tutela del percorso di formazione dei figli. Ansiose talvolta magari, maleducate rarissimamente, ma sempre pronte e disponibili per ogni tipo di progetto.

3. Grazie ai rappresentanti dei genitori nel Consiglio di Istituto. Se ne parla poco di loro quattro ma stanno svolgendo un lavoro enorme nell'interesse di tutti noi.

4. Una menzione finale e di onore al merito al Presidente del Consiglio di Istituto, mamma urlante ma quando mai! Tutti la conosciamo e tutti sappiamo quanto passione e abnegazione applichi quotidianamente perché la scuola recuperi antichi fasti e dobbiamo tutti sapere che mentre noi ci occupiamo di altro, lei è lì che pensa al Parini e, quindi, anche ai nostri figli.

Noi godiamoci questo panorama e lasciamo che gli altri si godano le loro menzogne.


Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Genitori contro prof

Messaggio  Patrizia Brogi il Gio Mar 24, 2011 7:39 pm

Sono veramente amareggiata per gli articoli usciti ieri su Repubblica, Corriere e La Stampa che parlano di un liceo classico preda di bamboccioni viziati e stupidi, con genitori che chiedono ai prof di non fare studiare troppo i loro figli, tanto quello che conta è il voto, che scorazzano per Milano con Suv, che minacciano urlando i docenti e quant'altro. Ma di quale scuola stiamo parlando? Io le uniche proteste a cui ho aderito negli anni, visto che l'altro mio figlio ha finito il Parini 3 anni fa sono state per protestare per l'inadeguatezza di alcuni professori, non certo per chiedere bei voti in pagella. Noi genitori chiediamo professori autorevoli, non solo autoritari, preparati e soprattutto motivati. In questo liceo vedo professori (per fortuna la minoranza) che arrivano sistematicamente in ritardo alle lezioni (anche 25 minuti), fanno continuamente assenze, non spiegano, pretendono senza nulla dare, non accettano dai ragazzi la pur minima discussione critica. A me del voto interessa relativamente, quello che voglio è una scuola di qualità, che prepari i nostri ragazzi in maniera egregia, visto che certo non vanno incontro ad un futuro facile. I professori devono pretendere dai loro alunni rispetto e disciplina, ma sono i primi, insieme alle famiglie, a dovere dare il buon esempio con l'insegnamento, con il rispetto degli orari e delle regole scolastiche. Vorrei dire un'ultima cosa, grazie ai miei due figli conosco tanti ragazzi che hanno frequentato e che frequentano ancora questo liceo e posso dire che sono ragazzi educati, con cui si può discutere e non vedo, a parte qualche eccezione, questa massa di viziati, ignoranti e demotivati che viene fuori dai giornali. Spero che ci siano giornalisti seri che vorranno dare voce anche ai genitori del Parini, visto che sentire una sola campana non è degno di una testata giornalistica seria. Scusate lo sfogo..

Patrizia Brogi

Numero di messaggi : 1
utente : genitore
Data d'iscrizione : 23.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Ancora il Corriere della Sera

Messaggio  Arrigo Berenghi il Ven Mar 25, 2011 2:41 pm

Continua il circo mediatico, divertiamoci:

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_marzo_25/conflitto-prof-genitori-parini-190302188837.shtml

Ma mentre loro continuano a coltivare gossip, sfoghi soggettivi, anche un pò patetitci, e opinioni varie, noi cerchiamo, senza urlare, di applicarci ai problemi veri dei nostri figli certi del loro appoggio e che riusciremo nella soluzione. Fatti e non parole, questo è il nostro motto. Ma, senza parole, come si fà a urlare? Chissà se almeno il nostro Preside ci risponderà?

A presto

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Aggiornamento

Messaggio  Arrigo Berenghi il Ven Mar 25, 2011 10:11 pm

Pomeriggio intenso, né deludente né esaltante; in linea con i tempi. Vi dettaglierò presto e vi anticipo la decisione di convocare un'assemblea generale dei genitori del Parini a cui spero in tanti parteciperete e che ci dia modo di confrontarci sulle delicate tematiche di questi giorni. Oramai il quadro è chiaro e posso/iamo rappresentarvi gli scenari. Su questo ho/abbiamo, bisogno che si voti e si esprimano le preferenze perché, se vorrete, è venuto il momento di rompere il silenzio e di far sentire la nostra voce, fino a oggi troppo civile e soffusa, checché se ne dica, per essere avvertita.

Parliamone, decidiamo insieme cosa fare e che questo modo, come il resto del nostro comportamento, scaldi il cuore dei nostri ragazzi.

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Messaggio  essepi il Dom Mar 27, 2011 3:47 pm

Grazie!
Avvisate di questa riunione tutti i rappresentanti di classe in modo che l'informazione sia capillare a tutti i genitori perchè vedo, purtroppo, che pochi si collegano al forum (anche se ho notato che su questo argomento ci sono state oltre 600 "visite"...).

essepi

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 12.02.09

Tornare in alto Andare in basso

Assemblea Generale dei Genitori

Messaggio  Arrigo Berenghi il Dom Mar 27, 2011 9:37 pm

Per quanto riguarda l'annunciata assemblea, stiamo verificando la disponibilità dell'aula magna a scuola per il giorno 9 aprile, alla mattina (ore 10,00) e appena otterremo riscontro provvederemo alla diffusione della convocazione. Si pensava di effettuarla per mail a tutti i rappresentanti di classe, per pubblicazione sul blog e per comunicato stampa inviato ai giornali. Se poi ognuno, per quel che può, lo inoltra ai suoi contatti, non corriamo il rischio che la notizia non arrivi.

Grazie a tutti per questa partecipazione fondamentale, il numero delle visite lo conferma. I temi da discutere saranno importanti e solo con il contributo di tutti potremmo trovare la soluzione più corretta.

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

articolo studenti del Parini

Messaggio  essepi il Lun Mar 28, 2011 4:34 pm

Interessante quest'articolo di ex studenti del Parini apparso ieri sul Corriere della Sera.
L'altra faccia della medaglia...

La lettera
Prof del Parini, la nostra verità

Siamo alcuni ex studenti del Parini e crediamo di aver riconosciuto uno dei nostri insegnanti dell' anno scorso nell' articolo pubblicato qualche giorno fa dal Corriere. Siamo sorpresi da come è stata riportata la vicenda: l' insegnante in questione viene presentata come una vittima di soprusi da parte delle famiglie. Ma il suo è l' unico punto di vista presentato nell' articolo. Il nostro è un ricordo ben diverso. Prima di tutto, vorremmo puntualizzare che non siamo studenti che si lamentano perché incapaci di affrontare fallimenti e voti bassi, né i figli dei famigerati «genitori urlanti». Vorremmo semplicemente fare un pò di chiarezza. Per noi, il problema con l' insegnante non sono mai stati i voti bassi (a cui siamo abituati fin dal ginnasio) ma i voti dati, a nostro parere, a caso. In più di un' occasione, ci è sembrato che compiti praticamente identici fossero valutati in modo molto diverso, che di alcune correzioni non si capisse il senso e che errori, anche gravi, venissero ignorati. In altre parole, il metodo di valutazione ci ha spesso lasciati perplessi e disorientati. Nel corso delle lezioni ci siamo trovati spesso in situazioni di forte imbarazzo: alla segnalazione da parte nostra di passaggi scorretti, formule errate o incoerenti, seguiva una spiegazione che a noi appariva del tutto improvvisata, al posto di un semplice e lineare chiarimento. Anche per ciò che riguarda i contenuti delle lezioni il nostro ricordo è vivo: uno stesso argomento veniva trattato in giorni diversi in maniera del tutto estemporanea, senza che noi potessimo coglierne il filo conduttore e la logica. Naturalmente, chiunque frequenti o abbia frequentato un liceo sa che i professori scherzano con i propri studenti e ridono con e di loro. Ma l' educazione e il rispetto restano i limiti invalicabili di qualsiasi relazione umana, compresa quella tra professori e studenti. Limiti che ci sembra siano stati oltrepassati quando l' insegnante ha platealmente impedito a una ragazzina sovrappeso di mangiare un pasticcino «perché non ne hai bisogno», mettendola in imbarazzo di fronte a tutti i compagni. O quando ha richiesto controlli al cervello dei propri studenti. E sono solo alcuni esempi, tanti altri ne potremmo fare. Ed è lecito esprimersi criticamente nei confronti dei colleghi, dando l' impressione di volersi semplicemente mettere in buona luce? Noi crediamo che ci siano molti validi insegnanti nella scuola pubblica. Ne abbiamo incontrati tanti al Parini e nei cinque anni ci hanno trasmesso passione per la cultura e ci hanno insegnato impegno e umiltà. Sono persone che meriterebbero stipendi ben più alti di quelli che ricevono. Ma ci sono anche professori inadeguati. E riteniamo grave che quando un prof viene allontanato da un liceo non perché severo, ma perché scostante, offensivo e che dà l' impressione di non padroneggiare le materie che insegna, sia anche gratificata del ruolo di vittima. Una ex classe

Pagina 6
(27 marzo 2011) - Corriere della Sera


essepi

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 12.02.09

Tornare in alto Andare in basso

L'onestà dei ragazzi

Messaggio  Arrigo Berenghi il Lun Mar 28, 2011 7:05 pm

Bellissima!

Grazie a loro per questo intervento che dimostra, come anche gli altri degli studenti, la genetica onestà e amore per la verità dei giovani.

Ancora una volta sono loro occasione per noi per un bella riflessione.

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

prox riunione

Messaggio  alessandra crovetti il Lun Mar 28, 2011 8:28 pm

Come new entry in questo Forum molto stimolante, Vi pregherei di far avere notizia a quanti più genitori si può, riguardo al 9, perchè continuo a parlare con genitori che non sanno niente dell'iniziativa (e aderirebbero ben volentieri); altre persone (magari anche ex pariniani) che mi chiedono perchè i genitori non si facciano sentire; altri genitori che sono in procinto di iscrivere i loro ragazzi al Liceo e mi chiedono, orripilati, cosa stia accadendo! Soprattutto questo elemento mi sembra degno di attenzione, dato che la nostra scuola non merita, a mio avviso, la pessima nomea che le recenti azioni sconsiderate della Professoressa, immediatamente raccolte e diffuse a mezzo stampa, hanno innescato. Il crollo di iscrizioni potrebbe davvero essere pesante, ma sembra che alla Dirigenza di questa scuola non interessi, così come forse non fa caso alla continua perdita di sezioni al Liceo. Mi spiace immensamente soprattutto per quegli insegnanti, fortunatamente la maggioranza, che silenziosamente lavora con serietà, professionalità e amore per i ragazzi, la cui severità non viene vantata a parole, ma riguarda nei fatti il loro stesso modo di essere: esigenti soprattutto con se stessi, giusti e disposti a mettersi in discussione in qualunque momento e con chiunque, perchè tranquilli nella loro coscienza. Aspetto fiduciosa vostre notizie.






Arrigo Berenghi ha scritto:Per quanto riguarda l'annunciata assemblea, stiamo verificando la disponibilità dell'aula magna a scuola per il giorno 9 aprile, alla mattina (ore 10,00) e appena otterremo riscontro provvederemo alla diffusione della convocazione. Si pensava di effettuarla per mail a tutti i rappresentanti di classe, per pubblicazione sul blog e per comunicato stampa inviato ai giornali. Se poi ognuno, per quel che può, lo inoltra ai suoi contatti, non corriamo il rischio che la notizia non arrivi.

Grazie a tutti per questa partecipazione fondamentale, il numero delle visite lo conferma. I temi da discutere saranno importanti e solo con il contributo di tutti potremmo trovare la soluzione più corretta.

alessandra crovetti

Numero di messaggi : 4
utente : genitore
Data d'iscrizione : 28.03.11

Tornare in alto Andare in basso

In attesa del responso

Messaggio  Bond il Lun Mar 28, 2011 11:19 pm

E se i ragazzi avessero ragione?
E se i genitori non avessero urlato ma solo manifestato un giusto sconcerto per l'inadeguatezza del docente?

Chi chiede scusa a chi?


avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

verifica delle fonti

Messaggio  essepi il Mar Mar 29, 2011 11:18 pm

Ma un serio giornalista non dovrebbe sempre verificare le fonti?
Oltrettutto Bond scrive che la giornalista del Corriere, Benedetta, e Vanni di Repubblica sono iscritti a questo forum. Quindi leggeranno quello che noi genitori scriviamo, mi sembra, in modo educato. Perchè continuano a dipingerci come delle "macchiette" nei loro articoli? E perchè insistono fornendo sempre e quasi unicamente la versione della professoressa?
Sono un genitore profondamente amareggiato per come vengono dipinti la nostra scuola e i nostri ragazzi che nella stragrande maggioranza dei casi non sono dei superviziati che non hanno voglia di impegnarsi. Sono ragazzi normalissimi, come se ne trovano in tutte le altre scuole.
Ben venga un ispettore a verificare VERAMENTE i fatti e i misfatti.
Mi chiedo, però, se ad essere silenziosi in attesa che i dirigenti scolastici facciano il loro dovere non si corra poi il rischio di fare il gioco di chi si è comportato male.
Il 9 aprile non è troppo lontano?

essepi

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 12.02.09

Tornare in alto Andare in basso

Responsabilità

Messaggio  Arrigo Berenghi il Mer Mar 30, 2011 12:10 am

Siamo vicini al momento in cui ognuno di quelli che hanno partecipato a questa sordida modalità di gestione del problema si dovranno confrontare con noi sulle considerazioni diffamanti rivolte. E noi allora ci saremo.

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ancora un attacco fondato su vergognose falsità

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum