Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Riordino necessario o tagli selvaggi? Luci e ombre della riforma Gelmini

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Riordino necessario o tagli selvaggi? Luci e ombre della riforma Gelmini

Messaggio  Gilberto Carron il Mer Giu 16, 2010 12:30 pm

TORINOLE NUOVE SUPERIORI: IL GIUDIZIO
DI UN DOCENTE UNIVERSITARIO

La nuova scuola media superiore è antica e nuova al tempo stesso.
Antica perché ben ancorata alla centralità dell’istruzione liceale e
alla sinergia con il mondo produttivo di istituti tecnici e istituti
professionali e, dunque, in linea con una consolidata tradizione. Ma
anche nuova perché la riforma - forse non «epocale» - si propone di
allineare gli studi secondari all’esigenza di una più diffusa cultura
scientifica, di una migliore conoscenza delle lingue straniere, di una
visione più europea dell' istruzione.

L’obiettivo è quello di invertire la tendenza all’impoverimento
culturale della scuola e di innalzare la qualità degli apprendimenti
degli studenti, finora alquanto deludenti, almeno stando ai dati dei
rapporti Ocse-Pisa del 2003 e del 2006.

Due parole sulla genesi del provvedimento, in vigore nella prima classe
dei vari corsi di studio già a partire dal prossimo settembre.
L’antecedente dei regolamenti approvati giovedì scorso è il lavoro
compiuto dagli esperti del ministro Moratti tra il 2001 e il 2006. Il
progetto iniziale è stato poi modificato in alcuni punti da Fioroni, in
particolare per quanto riguarda l'istruzione tecnica e professionale.
Il ministro Gelmini ha completato il lavoro, senza fortunatamente
avanzare un nuovo progetto, ma proseguendo quanto già fatto e trovando’
positive intese con l’opposizione in clima bipartisan.

Il tempo dirà se si tratta di una buona riforma o meno e molto
dipenderà ovviamente dalla capacità degli insegnanti di saperla
tradurre in modo efficace nelle aule e dalle risorse a disposizione.
Senza insegnanti competenti e motivati e senza risorse la scuola
resterà mediocre. In molti casi mancano ancora le «Indicazioni »
relative ai contenuti (i programmi sono in fase di elaborazione), il
giudizio si basa perciò solo sugli orari e le intenzioni dichiarate dal
ministro.

Uno dei meriti del riordino è certamente quello di riportare un po’
d’ordine nell’istruzione secondaria. Negli ultimi 30 anni per effetto
della moltiplicazione anarchica delle cosiddette «sperimentazioni» si è
arrivati ad annoverare un numero esagerato di corsi di studi (circa
900) con un forte disorientamento tra le famiglie. Positivo appare
anche il potenziamento delle discipline scientifiche e la riduzione
degli orari che allineano l’Italia a quanto accade in molti altri Paesi
europei, senza peraltro rinunciare al giusto spazio per la cultura
umanistica.

Quanto alle criticità - a parte le comprensibili proteste degli
insegnanti delle discipline «sacrificate» dai tagli - bisogna dire che
l’ampio spazio riservato all’iniziativa delle scuole (in alcuni casi
fino a poter modificare al 50% i piani orari ufficiali) potrebbe
comportare il rischio che quanto è stato fatto uscire dalla porta possa
rientrare dalla finestra ovvero il ritorno dei percorsi didattici
decisi localmente. Si registra, poi, in diversi casi un’eccessiva
frammentazione di discipline in controtendenza all’esigenza di
apprendere poche cose, ma bene e a fondo.

In ogni caso meglio questo riordino che l’anarchia preesistente. Adesso
è il momento è aiutare le famiglie e gli studenti a capire per
scegliere a ragion veduta.

Ordinario di Storia della Pedagogia Università di Torino
Giorgio Chiozzo

da mondo scuola










avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum