Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Università, l’Italia alla lotteria dei test

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Università, l’Italia alla lotteria dei test

Messaggio  Gilberto Carron il Mer Set 04, 2013 12:46 pm

Da oggi le prove per 115 mila
gli studenti. Per la prima volta graduatorie nazionali e bonus maturità. I racconti dei ragazzi:
«Come correre una maratona»
nadia ferrigo
torino
Chi c’è già passato, descrive il giorno del sempre temuto test d’ingresso peggio di una maratona. Sveglia all’alba, centinaia di concorrenti disposti a tutto e una gran paura di non riuscire a tagliare il traguardo. Dopo un’estate passata a sudare più sui libri che sotto l’ombrellone, è arrivato il momento della verità per più di 115 mila neodiplomati, pronti a sfidare le odiate domande a crocette. Si parte oggi con la facoltà di Veterinaria, domani toccherà ad aspiranti fisioterapisti e infermieri, lunedì prossimo si tenta la sorte con la facoltà di Medicina – gettonatissima, quest’anno più che mai - e Odontoiatria, per concludere il dieci settembre con la prova di Architettura.  
 
Vita dura, durissima per chi sogna il camice bianco: gli iscritti ai test d’ingresso sono balzati da 68 mila a 84 mila, ma i posti disponibili sono sempre poco più di 11 mila. Risultato: solo uno su otto riuscirà nell’eroica impresa. Peggio di loro, solo i veterinari. Per prendersi cura di cani, gatti e simili, una preparazione rigorosa non basta. L’immatricolazione è quasi un terno al lotto: se l’anno scorso solo uno su nove poteva sperare di sfangarla, con quasi 11 mila iscritti e appena 832 posti a disposizione le possibilità per il prossimo anno accademico sono appena una su tredici. Non molto incoraggiante. Va decisamente meglio per gli aspiranti architetti: le richieste, anche se di poco, sono in calo e i posti disponibili sempre gli stessi, così uno su due riuscirà a conquistare l’immatricolazione.  
 
Per la prima volta, la graduatoria sarà su base nazionale e il test identico per tutti gli atenei: 60 domande a risposta multipla da affrontare in 100 minuti, dieci in più degli anni passati. Come deciso dal ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, ci saranno meno domande di cultura generale e più su altre materie scientifiche. «Meno male – commenta Giulia Marasi, 21 anni, di Roma -. Devo ridare l’esame di Veterinaria, l’anno scorso mi è capitata una domanda sulle figure retoriche. Erano anni che non ne sentivo parlare, mi ha mandato nel pallone. Forse con un po’ più di tranquillità...». Per vincere alla lotteria ci vogliono anche sangue freddo e pancia piena: le decine di blog e forum a tema consigliano di restare calmi e portare con sé una bottiglietta d’acqua e qualche cosa da sgranocchiare. «Ho tentato la prima volta un anno fa, senza successo – racconta Lodovica Magri, 23 anni, di Milano -. Ero in aula dalle nove, la prova è iniziata solo a mezzogiorno. Appena lette le prime domande, mi sentivo svenire. Questa volta mi sveglierò all’alba, ma con una bella colazione».  
 
Le graduatorie saranno pubblicate sul sito del Miur il 30 settembre. Accanto al nome di ogni aspirante matricola, il verdetto: chi è «assegnato» potrà iscriversi all’università indicata come prima scelta, mentre chi è «prenotato» dovrà accontentarsi dei posti rimasti scoperti in un altro ateneo. Al banco di prova anche il chiacchierato «bonus maturità». Oltre al punteggio ottenuto con i test, si calcola anche il voto del diploma, rivalutato con il meccanismo dei percentili: se il voto non supera gli ottanta centesimi e non è nel 20 per cento dei voti migliori della commissione di maturità, niente bonus. «I percentili non funzionano – commenta Mario Nobile, portavoce del coordinamento universitario Link -. A parità di media, gli studenti della stessa scuola potrebbero essere giudicati diversamente: in genere ogni commissione segue l’esame di maturità di una o due classi, come si può assicurare l’uniformità del giudizio?».  
 
Di «bonus maturità» sentiremo parlare di nuovo, e presto. Come anticipato dal ministro Carrozza, i test d’ingresso l’anno prossimo anno saranno già ad aprile, ma non è ancora chiaro che ne sarà di bonus e percentili. Mentre i grandi decidono il da farsi, non resta che augurare ai più giovani buona fortuna. Ne avranno davvero bisogno.
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum