Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Rivoluzione nella scuola: in classe a 5 anni? Ecco come funziona nel resto d'Europa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Rivoluzione nella scuola: in classe a 5 anni? Ecco come funziona nel resto d'Europa

Messaggio  Gilberto Carron il Mar Set 18, 2012 12:16 pm

Il governo starebbe (nuovamente) ragionando ad una modifica l’iter scolastico italiano.

Una commissione del Miur (come ha confermato il ministro Profumo) starebbe valutando l’anticipo dell’ingresso a scuola a 5 anni, per uscirne diplomati a 18.

Sembrerebbe invece abbandonata l'idea di tagliare un anno dal percorso di studi, troppo pericolosa da un punto di vista della qualita' degli insegnamenti e dell'esubero degli insegnanti.

COME FUNZIONA IN EUROPA

Scuola dell'obbligo almeno fino ai 16 anni d'eta' e tempo pieno. Sono questi i tratti comuni del sistema dell'istruzione nei Paesi dell'Unione Europea, in cui le principali differenze riguardano l'organizzazione interna degli istituti.

Nei Paesi scandinavi, ad esempio, e' possibile frequentare la scuola materna (Forskoleverksamheten) dal primo fino ai 5 anni di eta', mentre a 6 anni in Svezia e' previsto un anno di scuola prescolare (Forskoleklass) prima di frequentare i 9 anni di scuola dell'obbligo, divisa in tre cicli.

I key stage, quattro cicli di istruzione obbligatoria, caratterizzano anche le scuole del Regno Unito, dove le Primary schools (le scuole elementari) comprendono alunni dai 5 ai 7 anni di eta' per il Key Stage 1, e dai 7 agli unidici per il Key Stage 2, per poi proseguire col terzo e il quarto Key Stage rientranti nella scuola secondaria, rispettivamente dagli 11 ai 14 e dai 14 ai 16 anni. Un test caratterizza il passaggio tra i vari livelli.

Quattro anni obbligatori sono quelli della Grundschul, la scuola primaria tedesca, che a 10 anni di eta' lascia gli alunni liberi di scegliere quale strada imboccare per l'istruzione secondaria, piu' settoriale e specifica (il Gymnasium, una delle possibili scelte, e' simile al liceo italiano).

Alla dodicesima o tredicesima classe, in base alla scelta effettuata, si consegue l'Abitur, il diploma necessario per accedere all'universita'. Simili a quello del nostro Paese anche i sistemi di istruzione di Spagna e Francia. Il primo comprende 6 anni di Educacion Primaria e due di scuola secondaria: a 16 anni gli alunni scelgono se proseguire gli studi, frequentando il «Bachillerato», o specializzarsi in un apprendistato.

Il «Diploma de bachiller» corrisponde al nostro diploma di maturita'. La principale differenza tra sistema italiano e francese, invece, consiste nelle scuole medie: il «College» francese, infatti, dura quattro anni, prima di passare al Lyce'e, facoltativo.

17 / 09 / 2012

Scuola

Embarassed Embarassed Embarassed
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum