Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Quale università? Lasciamoli scegliere da soli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quale università? Lasciamoli scegliere da soli

Messaggio  Gilberto Carron il Mer Feb 01, 2012 7:19 pm

In Bicocca un «Open day» per aiutare i genitori ad accompagnare le decisioni dei figli. Senza sostituirsi a loro

MILANO - Futuri medici e ingegneri; oggi, «bamboccioni». Ma non è tutta colpa dei nostri diciottenni (o quasi), se alle soglie della maturità faticano a prendere in autonomia decisioni che riguardano il loro futuro. Da un lato ci sono difficoltà oggettive: per orientarsi tra i vari percorsi e sbocchi universitari servono buone dosi di razionalità e senso critico. E poi ci sono genitori francamente ingombranti. Che anziché spingere i propri marmocchi a cavarsela da soli, si sostituiscono e sovrappongono al loro processo decisionale. «Non è raro oggi in università incontrare i genitori degli studenti», dicono al servizio di orientamento della Bicocca: «Partecipano agli open day, contattano i servizi orientamento, affiancano i figli in ogni scelta».

LE DOMANDE - Il contenuto dei percorsi di studio e gli sbocchi occupazionali, le incognite più frequenti. All'interno di un'esperienza che è molto cambiata negli anni («Quando studiavo io era tutto diverso, non c'erano i crediti», si giustificano i genitori laureati).
«In 2 colloqui su 10, e nel 35% delle telefonate (ma i dati sono in crescita) sono i genitori a contattare lo Sportello Studenti» - conferma Elisabetta Camussi, della facoltà di Psicologia dell'ateneo di viale dell'Innovazione.
Ci sono genitori che telefonano all'insaputa dei figli. O per conto dei pargoli, spesso durante il proprio orario lavorativo. Oppure in presenza dei figli stessi. Pongono domande su modalità di iscrizione, scadenze, test, sbocchi professionali. Chiedono di essere loro stessi tranquillizzati. Ci sono poi genitori che accompagnano i figli al colloquio: «Alcuni rimangono fuori in attesa; altri chiedono di prendere parte al colloquio e, quasi sempre, fano domande al posto dei ragazzi, esprimono desideri e aspettative che sono propri, parlano sempre loro, pensando che i giovani non siano in grado di farlo», continua Camussi.

LA SCELTA - A volte è il figlio stesso a insistere perchè il genitore sia presente all'appuntamento, nella speranza di poterlo convincere, con l'aiuto dell'operatore, della bontà della propria idea. Altre volte è il contrario: genitori che chiedono una sorta di mediazione al tutor o al docente. O che si rivolgono allo sportello di consulenza cercando la taumaturgica «scelta giusta», quella che riassuma in sè tutte le possibili garanzie di successo, e di fattibilità.

OPEN DAY PER MAMME E PAPÀ - Open day, immatricolazione, test di ammissione: quale momento «topico» della scelta è più opportuno che sia affrontato in autonomia dalla futura matricola? E forse, più in generale, come capire quando è ora di smettere di sostituirsi ai propri figli nelle scelte? Ma, insieme, come aggiornarsi ed entrare in possesso di un linguaggio e conoscenze che consentano di tenere aperto il dialogo in uno dei momenti più importanti della vita dei giovani adulti? Come far pesare l'esperienza e le conoscenze senza togliere loro la capacità di esercitare le proprie di conoscenze e risorse? Da lontano, ma non lontani. Non distratti. Alla Bicocca provano a rispondere a tutti i dubbi e alle curiosità dei genitori con un percorso di orientamento articolato. Che prevede, tra le varie tappe, un incontro riservato a mamme e papà. Si svolgerà sabato prossimo, 4 febbraio, in piazza dell'Ateneo Nuovo 1 (edificio U6, aula 4, ore 10,30-12). Docenti delle varie facoltà dell'ateneo ed esperti di orientamento cercheranno di spiegare ai genitori come accompagnare le scelte di studio dei propri figli e come aiutarli nel percorso verso l'autonomia. L'incontro verrà introdotto da una breve illustrazione dell'attuale organizzazione dei corsi di studio universitari e dei cambiamenti più recenti che hanno interessato l'università.

Antonella De Gregorio
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum