Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

La sfida della nuova scuola: più laureati e docenti migliori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La sfida della nuova scuola: più laureati e docenti migliori

Messaggio  Gilberto Carron il Ven Nov 18, 2011 7:27 pm

Il nuovo governo punta sul reclutamento e sul "capitale umano"

il dettato costituzionale e decenni di scuola di massa, le ricerche dimostrano che la scuola italiana non dà a tutti le stesse opportunità di successo, misurate non dal titolo di studio ma da quanto effettivamente si impara in aula: esistono, infatti, ancora profondi divari negli apprendimenti che dipendono dall’origine sociale e culturale. Queste differenze penalizzano il Sud, mentre nel Nord colpiscono soprattutto i figli degli immigrati.

Sono divari che iniziano molto presto: rimangono contenuti nelle elementari (non a caso il pezzo pregiato della nostra scuola), esplodono nelle medie, diventano irrecuperabili alle superiori. Questo genera una riduzione precoce della quantità e della qualità delle competenze su cui il nostro sistema economico e sociale può contare. Se oggi l’Italia ha un numero insufficiente di buoni laureati, la causa va ricercata nell’incapacità della scuola di essere insieme equa ed efficace.

Il richiamo fatto dal Presidente del Consiglio Monti nel discorso al Senato è quindi fondamentale: se vogliamo valorizzare veramente il merito e non solo parlarne, se vogliamo che l’istruzione sia ascensore sociale, bisogna agire su questi divari.

Il compito in materia di istruzione che il nuovo Governo si prefigge è quindi molto arduo, soprattutto perché nella scuola non esistono riforme a costo zero ed è facile previsione che le risorse finanziarie non abbonderanno nei prossimi mesi. Nel suo discorso programmatico, il professor Monti si è concentrato su due punti: la valutazione del sistema e il reclutamento e la carriera degli insegnanti. Si tratta di aspetti cruciali.

Senza un sistema nazionale di valutazione, basato sui test Invalsi e sulla misurazione dei progressi che la scuola ha fatto compiere ai singoli studenti, non è infatti possibile conoscere forze e debolezze di ciascuna realtà scolastica, anche in relazione al contesto economico e sociale in cui opera, e impostare iniziative di sostegno e di recupero, laddove i ritardi sono più profondi.

Già il ministro Gelmini aveva avviato un’importante sperimentazione in questo senso, che potrebbe costituire la base per futuri interventi.

La qualità degli apprendimenti dipende dalla qualità degli insegnanti. Troppi sono anziani e demotivati, mentre quelli relativamente più giovani non vengono valorizzati. Occorre dare una prospettiva ai nostri docenti, rompendo il patto scellerato (vi do poco, vi chiedo poco) che ancora domina la scuola; occorre immettere forze più giovani, evitando di saltare una generazione, che oggi rappresenta un rischio concreto; occorre infine permettere che le scuole scelgano gli insegnanti e viceversa, in modo da ridurre l’eccessivo turnover che penalizza gli studenti più fragili.

La realizzazione dei due obiettivi che il Governo si è posto permetterebbero un importante passo avanti nella riduzione dei divari sociali e territoriali che ancora lacerano il nostro Paese.
lastampa
Direttore Fondazione Agnelli
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum