Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Scuola, arrivano i dati sulle promozioni Addio severità, calano i bocciati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scuola, arrivano i dati sulle promozioni Addio severità, calano i bocciati

Messaggio  Gilberto Carron il Mar Ott 11, 2011 7:37 pm

Il Miur aveva ritardato la pubblicazione

MILANO - Il riserbo del ministero si è dissolto all'improvviso. E quasi un mese dopo l'inizio dell'anno scolastico, sono stati finalmente pubblicati i dati su promossi e bocciati. E quanto si temeva è stato confermato: addio severità, il numero dei bocciati nelle scuole superiori diminuisce sensibilmente, passando dal 15% del 2010 al 13,2 di quest'anno. I non ammessi alla maturità sono invece il 5,3 % contro il 5,9 del 2010. Calano invece i cento e lode, il voto riservato alla massima eccellenza scolastica. Si passa dai 4.396 del 2010 al 3.914 di quest'anno. Nei Licei Classici quest'anno ci sono stati 45 lodi in meno rispetto al 2010 (da 1.260 a 1.215). Nello scientifico invece 302, da 1.997 a 1.695. Resta però invariata la tendenza a premiare gli studenti modello meridionali, rispetto ai colleghi del centro-nord. I «migliori» restano i pugliesi, con 661 lodi, seguiti da campani (509) e siciliani (442). Alcuni blog sottolineano però che si tratta di dati incompleti. Le nuove rilevazioni farebbero infatti riferimento al 94% dei candidati.

I DATI SUL PRECARIATO- Un altro dato inatteso riguarda i precari della scuola. I docenti a tempo determinato infatti calano rispetto al numero complessivo dei docenti di ruolo e con cattedra a vita. Dal picco del 17,9 % raggiunto nel 2006 siamo calati al 14,9. Probabilmente si tratta del risultato della politica di tagli e accorpamenti di cattedre e istituti scolastici, e dei cospicui pensionamenti degli ultimi anni. Infine viene confermato con l'ufficialità della statistica ministeriale quanto già affermato in più di una sede a proposito dei docenti di sostegno: ce ne è uno per ogni due studenti disabili.

I SOSPETTI SULLA MANCATA PUBBLICAZIONE DEI DATI - Di solito le tabelle con i dati sulle promozioni vengono rese pubbliche nel corso dell'estate. Aveva quindi destato qualche perplessità il ritardo di quest'anno. Sulla decisione ha pesato moltissimo il no di Massimo Zennaro, che dopo l'infortunio dei neutrini in viaggio nel tunnel Ginevra-Gran Sasso, ha abbandonato l'incarico di portavoce di Maristella Gelmini. Ma non quello di direttore generale per lo studente, l'integrazione, la partecipazione e la comunicazione. L'imbarazzo per la mancata pubblicazione dei dati è però cresciuto tra gli altri dirigenti del ministero, costretti a giustificare il ritardo davanti alle continue richieste dei giornalisti. Inizialmente il ministero ha cercato di spiegare che è tenuto a fornire le cifre solo all'Istat. Ma la tesi è stata confutata dal pressing di sindacati e organi di informazione. E alla fine i dati, seppure incompleti, sono stati pubblicati.

Antonio Castaldo corriere.it
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Troppi condizionali e congiuntivi nella scuola di oggi

Messaggio  Bond il Mer Ott 12, 2011 11:13 am

Sarebbe utile che gli istituti pubblicassero i propri dati, i valori aggregati hanno un significato perchè mostrano e confrontano dati nazionali.
Se invece anche a livello di territorio ogni scuola desse conto dei risultati raggiunti in sede di voto di maturità e anzi correlasse i risultati con i test di ingresso si avrebbero dati che mostrerebbero efficacia ed efficienza dei singoli istituti scolastici.

In occasione della scelta della scuola per i figli le famiglie chiedono alla scuola i risultati raggiunti dagli studenti, sempre questa domanda viene posta nelle giornate di presentazione degli istituti, ma veramente pochi sono i docenti che rispondono con numeri certi risultato di un'analisi dei dati: alle famiglie non resta che il "si dice" o "l'impressione" del momento per scegliere.

Nelle scelte di investimento dei fondi scolastici risorse andrebbero destinate a queste rilevazioni.
In alcune scuole il comitato genitori, utilizzando energie proprie, ovviamente con il consenso e con l'appoggio della dirigenza scolastica e dei docenti, ha avviato progetti di commissione statistica ed analisi dei risultati: debiti, bocciature, voti di diploma, successo nei test di ingresso, tutto può essere misurato ed essere punto di partenza per un'analisi e per poter migliorare le aree di debolezza,... nell'interesse di tutti.



avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum