Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Maturità, un decalogo per i genitori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Maturità, un decalogo per i genitori

Messaggio  Gilberto Carron il Gio Giu 09, 2011 2:01 pm

Il pediatra "Non siano iperprotettivi ma vicini nel momento del bisogno"

Via libera a Facebook e ai social network, all’uso dei telefonini e ai gruppi di studio con gli amici. No, invece, a orari forzati per andare a letto e a milioni di spiegazioni e inutili consigli «capaci solo di accendere l’ansia». A stilare il decalogo per i genitori dei maturandi, alle prese con il delicato momento della preparazione, è il pediatra di Milano Italo Farnetani.

«L’esame di maturità è un momento importante per lo sviluppo della persona, ecco perché i genitori non devono essere iperprotettivi ma lasciare la giusta autonomia ai figli, assicurando comunque sostegno e vicinanza», spiega il pediatra all’Adnkronos Salute.

Ecco dunque come comportarsi per non essere troppo invadenti e rischiare, così, di alimentare preoccupazioni e timori nei propri figli:

1) È bene dare ai propri figli solo i consigli fondamentali, spiegando bene le cose senza ripetersi. «Insomma, non bisogna trasformarsi in dischi rotti: basta essere chiari per risultare efficaci».

2) Aiutare i ragazzi «solo su richiesta», senza precipitarsi a fare ricerche e approfondimenti al minimo cenno. «I maturandi devono fare da soli e non ritrovarsi il lavoro pronto: li aiuta a crescere».

3) Mai lasciare troppo a lungo i ragazzi soli in casa a studiare. «È bene che ci sia qualcuno, anche un nonno, pronto a fare due chiacchiere, a preparare una merenda, a offrire un conforto».

4) Via libera a telefonate e messaggini. «Non è tempo rubato allo studio, ma un modo per scaricarsi e per mantenere i contatti con i coetanei», spiega il pediatra.

5) Il pc deve essere usato non solo per ricerche e approfondimenti. «Facebook e i social network sono utili per evitare che il periodo della preparazione si trasformi in un momento eccezionale e di isolamento per i ragazzi», dice Farnetani.

6) Non insistere per far mangiare gli studenti. «Meglio proporre i piatti preferiti, ma se non ha fame non è il caso di farne un dramma».

7) «Non insistere sui vestiti e sull’abbigliamento da adottare per paura di tosse e raffreddore. Neanche all’esame: il ragazzo deve scegliere abiti che gli piacciono e lo fanno sentire a proprio agio».

Cool Non mandare a letto troppo presto i maturandi. «In questo modo si rigirerebbero nel letto “ruminando” idee ansiogene. Meglio che vadano a dormire un po’ più tardi, quando sono davvero stanchi: crolleranno più facilmente nel mondo dei sogni», assicura il pediatra.

9) Suggerire ai ragazzi di invitare gli amici e proporre pomeriggi di studio di gruppo, «per allentare la tensione e scongiurare il rischio isolamento».

10) Infine, «vietato accompagnare lo studente alle prove di maturità: non è più un bambino e non deve essere trattato come tali», conclude Farnetani.
lastampa
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum