Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Il presidente del comitato genitori del liceo Parini risponde

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

120211

Messaggio 

Il presidente del comitato genitori del liceo Parini risponde




Spett.le Milano, 11 febbraio 2011
La Repubblica
Redazione di Milano
Via Nervesa, 21
20139 Milano

e p.c.
Egr. Sig.
Prof. Carlo Arrigo Pedretti
Dirigente Scolastico
Liceo Ginnasio Giuseppe Parini
Via Goito, 4
20121 Milano

Ho letto l’articolo pubblicato ieri e dedicato al Liceo Ginnasio Giuseppe Parini.
Si prende spunto dall’invito rivolto dal Dirigente Scolastico dell’Istituto ai collegi dei docenti, affinché aprano i consigli di classe alla partecipazione della generalità dei genitori e degli studenti e non solo dei rappresentanti indicati dalla legge. L’invito indicato è poi accompagnato dall’auspicio, sempre del Dirigente Scolastico, affinché l’apertura dei Consigli rimanga occasione di confronto costruttivo ed educato fra genitori e famiglie e non divenga occasione perché l’aggressività e la maleducazione dei genitori trovi sfogo nei confronti dei professori.

Tale raccomandazione, che non dubito sia figlia di esperienze concrete, comunque nei riscontri che si hanno sporadiche quanto eccezionali, è divenuta, nella scrittura di chi ha scritto l’articolo una denuncia all’aggressività sistematica dei genitori che ricorrerebbero alla maleducazione e all’aggressione, quantomeno verbale, ogniqualvolta si trovassero di fronte alle critiche dei docenti nei confronti dei propri figli.

Si mostra così un quadro in cui sembra quasi che il clima della scuola gestito con tanta educazione ed equità da tutto il corpo docenti, venga sistematicamente turbato dai raid dei genitori. Peccato che non sia così.
E’ evidente che, come rappresentante della categoria “Genitori del Parini”, non posso certamente condividere l’analisi svolta perchè la stragrande maggioranza dei genitori della scuola, per quel che mi consta, non solo è presente ma adotta comportamenti adeguati ed è di recente tornata a occuparsi con assiduità costruttiva e impegno anche della scuola dei propri figli, non certo per aggredire alcuno,quanto per mettersi al servizio del progetto educativo di cui, il dialogo famiglia-scuola, è ingrediente fondamentale di riuscita.Nella scuola Vi posso assicurare che episodi di scarsa educazione esistono, ne ho personalmente riscontri, e vedono protagonisti è vero alcuni genitori e studenti ma, Vi assicuro, anche alcuni rappresentanti del corpo docenti, per fortuna, pochi e sparuti ma che peccano almeno dello stesso difetto che l’articolo ascrive ai genitori.
Occorre, allora, nella mia opinione che il quadro che viene offerto dall’articolo, perché possa essere utile alla soluzione del problema, diventi realistico.
Andrebbe, allora, fatto rilevare che il Liceo Parini, al pari della nostra società, soffre oggi di difficoltà di dialogo fra le componenti presenti; spesso si usa il trascendere nel dialogo quanto l’abbandonarsi al monologo più che come esercizio di maleducazione come strumento di interruzione del necessario confronto su concetti e idee, confronto al quale, sia i genitori come anche i docenti, mostrano di avere scarsa attitudine.

In tutto questo i ragazzi, ovviamente, restano schiacciati e confusi, vivendo con costanza di fronte a esempi di comportamento che non dovrebbero certamente costituire il loro abituale riferimento.
Allora, come anticipato al Dirigente Scolastico Prof. Pedretti nel corso di un recente incontro di anticipazione del programma di lavoro del Comitato Genitori, occorre un “grande patto fra grandi” nell’unico e fondamentale interesse che è quello della corretta educazione dei ragazzi così che:
- i grandi (genitori e insegnanti) riprendano a dialogare e a confrontarsi con serenità ed efficacia sui problemi della scuola;
- attraverso il loro sistematico e costruttivo dialogo, divenga possibile ricostruire un clima di operosità e abnegazione attorno ai ragazzi, che gli faccia capire l’importanza dell’educazione e di quei valori che troppo spesso vengono a loro imposti senza essere a loro dati.

Il Comitato dei Genitori non è interessato ad esposti, scandali o procedimenti disciplinari, non ritiene sia la via e non crede che mettere in discussione il singolo sia efficiente rispetto all’obiettivo comune.

Il Comitato dei Genitori ha un vantaggio, ascolta le due campane, studenti e professori, e forse può mediare perché il dialogo, troppo facilmente interrotto riparta, nell’interesse di ognuna delle parti coinvolte che è, pur talvolta non sembrando, anche l’interesse di tutti quelli coinvolti in questa realtà.
Questa la situazione del Liceo Parini per come la vede il Comitato Genitori che rappresento.
Fuorviante entrare in dettagli di episodi, inutili per l’efficacia dell’analisi.
Perciò se il Vostro quotidiano è veramente interessato a occuparsi della scuola in modo costruttivo, aiuti l’impresa che oggi i genitori sentono di affrontare, almeno nella scuola, e che è quella di tornare a creare un clima disteso, diverso da quello che in troppi ambiti della nostra società si respira.

Solo così si potrà contribuire alla creazione di un’oasi in cui loro, i giovani, unica speranza del futuro, possano spendere gli anni più formativi della loro vita, rafforzando gli ideali e non la certezza della loro inutilità che ricavano quotidianamente dai continui riscontri che società e cronaca offrono loro.
Piacerebbe perciò, da ultimo, se questa lettera, oltre a confluire nel blog “Genitori del Parini” potesse essere da Voi pubblicata e potesse essere diffusa per costituire un primo passo per la costruzione di un rapporto civile e costruttivo che non colpevolizzi gli uni o gli altri e che consenta a ognuno la realizzazione dei propri obiettivi.
Distinti saluti.
Arrigo Berenghi

Arrigo Berenghi

Numero di messaggi : 42
utente : genitore
Data d'iscrizione : 24.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum