Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Gli atenei tengono famiglia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Gli atenei tengono famiglia

Messaggio  Gilberto Carron il Lun Nov 29, 2010 4:13 pm

Un emendamento dell'Idv vieta l'assunzione ai parenti fino al terzo grado. Ha avuto il consenso di Fli e Lega e sta creando imbarazzi e difficoltà al governo

FLAVIA AMABILE

E la riforma riparte da Parentopoli. Quando domani riprenderà il dibattito in aula sul disegno di legge sull’università si ricomincerà dall’emendamento anti-parentopoli. E’ stata l’Italia dei Valori a lanciare la mina che potrebbe mettere la maggioranza in difficoltà. Giovedì ci si è fermati proprio su questo tema perché si è capito che stava per passare la correzione e se fosse passata avrebbe creato fastidio a molti.

Nella facoltà di Economia dell’Università di Bari 42 docenti su 176, uno su 4, hanno legami di parentela. E’ un record assoluto ma non un caso isolato. A Palermo ci sono 230 docenti tutti legati da vincoli di parentela. A Ingegneria sono 18 famiglie e 38 parenti, Agraria nelle mani di 11 cognomi. Cifre in assoluta controtendenza rispetto all’Europa dove quasi ovunque il tasso di omonimia è inferiore.

Ed ecco che quando giovedì scorso si è paventato il pericolo di veder approvate le modifiche dell’Italia dei Valori si è preferito prendersi una pausa per trovare il modo di spezzare l’alleanza di ferro e pericolosissima che si era creata. L’emendamento del partito di Di Pietro è stato presentato all’articolo 17 e prevede che ai concorsi «non possono partecipare coloro che abbiano un grado di parentela, fino al terzo grado compreso, con un professore appartenente alla stessa università».

Non si fa riferimento alle mogli, che pure nelle complesse e diffuse parentopoli degli atenei italiani sono molto presenti, ma è comunque un passo importante e su questa stretta si è creata una convergenza tra Idv, Fli e anche Lega. Le leghiste Paola Goisis e Carolina Lussana hanno infatti confermato infatti che la Lega potrebbe votare il testo Idv. E anche i finiani sembravano d’accordo. Fabio Granata, deputato di Fli, ha annunciato che voterà a favore dell’emendamento, «perchè rappresenta un chiaro segnale politico».

La maggioranza, sostiene che l’emendamento dell’Idv ha dei problemi di costituzionalità. «Bisogna evitare che per affermare un principio giusto si commettano delle ingiustizie«, spiega la relatrice Paola Frassinetti, del Pdl. Il fine settimana dovrebbe portare consiglio a tutti, si dovrebbe trovare un accordo con il Fli correggendo l’emendamento dei dipietristi. Ma Granata avverte: «Siamo contrari a formulazioni fumose».

Il governo però insiste. Il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmina nel video-messaggio su You Tube rivendica fra i meriti della sua riforma proprio la lotta alla parentopoli nelle università. E ha fatto sapere di star riflettendo sulla questione perché «sul principio meno parenti e più merito non torneremo indietro».

La relatrice del provvedimento, Paola Frassinetti (Pdl) sta lavorando per trovare una sintesi che possa mettere d’accordo tutti. Se anche dovessero perdere alleati lungo la strada all’Italia dei Valori non intendono tornare indietro. «Idv non sarà disposta ad accettare nessuna riformulazione dell’emendamento anti-parentopoli», affermano in una nota congiunta Antonio Borghesi, vicecapogruppo IdV alla Camera e Pierfelice Zazzera, capogruppo in commissione Cultura della Camera. «Non permetteremo che la maggioranza annacqui il nostro testo - spiegano - questo provvedimento è l’unica soluzione per combattere l’odioso vizio troppo comune nelle nostre facoltà dove rettori e professori si spartiscono le cattedre tra familiari. Idv continuerà a battersi perchè non si leggano più cognomi affini nel corpo docenti dello stesso ateneo».


Anche un altro emendamento sta creando qualche problema al governo: se venisse approvato potrebbe rendere più facile assumere prof o ricercatori amici Embarassed
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum