Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Scuole al voto senza ideologie «Pensiamo alle cose concrete»

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

101110

Messaggio 

Scuole al voto senza ideologie «Pensiamo alle cose concrete»




Sinistra divisa al Parini, nessuna lista di Cl nel liceo di don Giussani La roccaforte Al Manzoni il collettivo punta a ripetere l' «en plein» di seggi del 2009

Duelli a sinistra, qualche slancio goliardico, l' attenzione ai problemi concreti (dalla manutenzione della scuola alle gite), ma anche tanto disinteresse verso la politica: è questo il sentire comune tra gli studenti milanesi, pronti a eleggere i propri rappresentanti nei consigli d' istituto. In quasi tutte le scuole ieri scadevano i termini per presentare le liste, in vista delle votazioni del 14 e 15 novembre. Disinteresse, dunque: davanti agli ingressi dei più importanti licei milanesi, è facile imbattersi in ragazzi che addirittura ignorano le elezioni imminenti. O qualcuno addirittura chiede: «Ma quali, quelle per il capoclasse?». Al classico Beccaria gli eletti «uscenti» hanno dovuto insistere con i più giovani perché qualcuno prendesse coraggio e decidesse di candidarsi: solo all' ultimo si sono presentate quattro liste. Fino al giorno prima nessuno aveva ancora depositato le proprie firme in segreteria: «Dispiace vedere tanta apatia - dice il preside, Roberto Proietto - ma i tempi sono purtroppo cambiati». Laddove le liste erano già sicure, non è cambiato l' indirizzo politico prevalente di tante generazioni di liceali: orientamento a sinistra, con due schieramenti, uno più barricadero, legato alla galassia dei collettivi. E uno più «moderato». Niente contrapposizioni ideologiche, quasi assenti le liste di destra. E anche quelle vicine a Cl. Lo schema si riflette al classico Parini: Collettivo Rebelde (i più movimentisti) contro P.Ar.Ini (più tranquilli). «Dicono di essere di sinistra - avverte Pasquale Coccia, docente di lungo corso in via Goito - mancano però i riferimenti, ripetono cose orecchiate qua e là. Non c' è più il testimone generazionale, quelli del quinto anno che trasmettono i loro saperi ai nuovi arrivati». Gli fa eco Chiara Gallarati, candidata del Rebelde: «Facciamo molta fatica a coinvolgere i ragazzini appena usciti dalle medie. Al collettivo si presentano in quindici. E non vengono al Parini sulla scia della sua fama "politica", ma perché fa chic andare in una scuola del centro». Lo stesso modello «dualistico» al socio-pedagogico del Virgilio. E al Berchet: «Cob» (che sta per Collettivo Berchet) contro «Liberchet» e nessuno schieramento autenticamente di Cl (se non per qualche membro di «I-Listen», altra lista apartitica), in quella che fu la culla del movimento di don Luigi Giussani. Al vicino scientifico Leonardo, dicono i ragazzi, i ciellini hanno deciso di mischiarsi ai coetanei del centrodestra (l' unico caso raccolto) in «Supernova». Qui i giovani del collettivo di sinistra hanno scelto il nome «Spogliarellista». «Ma è solo il nome. Sono duri e puri per il resto», sostiene un «avversario», Pietro, della lista che vince idealmente il premio per la denominazione più bizzarra: «Lista Uovo, Lista che si sbatte». «Siamo apolitici - dice - ci "sbatteremo" per cose concrete, come il ritorno delle gite». Isola «rossa», il classico Manzoni che conferma invece la sua forte tradizione di militanza: l' anno scorso «Il Collettivo Politico Manzoni» ha preso quattro seggi su quattro e pure quest' anno dovrebbe fare il bis: «È il frutto del lavoro che facciamo tutto l' anno - spiega Matteo, esponente del gruppo - abbiamo portato un terzo della scuola in manifestazione una settimana fa e alle nostre riunioni vengono cento persone ogni venerdì». C' è chi l' elezioni le ha già fatte: allo scientifico Severi, da qualche anno è unito al professionale Correnti. Una fusione non del tutto riuscita: i ragazzi delle periferie del Correnti non legano con i liceali del Severi. E così ognuno presenta le sue liste: quelli dello scientifico, in maggioranza, ne hanno eletti tre. Quelli del professionale, uno, un ragazzo romeno, figlio di immigrati, Iulian Lungu, sogni da dentista nel cassetto. E la sua lista aveva un nome non casuale: «Difendiamo la specificità del Correnti». «Vogliamo contare di più nelle attività extrascolastiche, decidono sempre loro», dice Iulian. Lo scontro è aperto. Matteo Cruccu

avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum