Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Scuola, la Gelmini: ecco i soldi per gli insegnanti che meritano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scuola, la Gelmini: ecco i soldi per gli insegnanti che meritano

Messaggio  Gilberto Carron il Gio Ago 05, 2010 9:31 pm

No al blocco degli scatti e proroga del decreto salva-precari
di Tiziana Guerrisi

ROMA (5 agosto) - Assunzione di quasi 17 mila tra insegnanti, amministrativi e dirigenti, proroga del decreto “salva-precari”, marcia indietro sull’annunciato blocco degli scatti di stipendio e il rilancio di una politica che punta al merito. Dopo le proteste di luglio contro i tagli alla scuola, e nelle ultime ore disponibili prima della pausa estiva, arriva dal ministero dell’Economia il via libero all’impiego di fondi per la scuola. A confermare numeri e date, ieri, il ministro Mariastella Gelmini nel corso di un incontro con i sindacati al ministero per l’Università e la Ricerca.

Mancherebbe solo il vaglio da parte del ministero dell’Economia per rendere operativa l’assegnazione dell’incarico di ruolo a 10mila insegnanti, 6.500 ausiliari, tecnici e amministrativi e a 170 dirigenti scolastici oltre al via libera, entro la fine dell’anno, di un nuovo bando per altri 2800 posti destinati a dirigenti scolastici.

Dietrofront sullo stop agli scatti degli stipendi e nuovi investimenti per premiare il merito i cui dettagli, però, sono ancora tutti da definire e che insieme raccoglierebbero, da oggi al 2012, le economie del 30% del Miur. L’intenzione sembra quella di potenziare i sistemi di valutazione Invalsi e Indire, idea che però ha già sollevato le perplessità di diversi docenti e dirigenti scolastici perché poco vicini ai sistemi di insegnamento usati in aula e per i costi elevati.

I prossimi due anni, insomma, saranno una sorta di prova generale in vista del rinnovo del contratto nel 2013 quando verranno tirate le somme e decise le nuove linee strategiche che, fra l’altro, vorrebbero al centro anche il tema della carriera dei docenti. Saranno premiati, insomma, i professori migliori, fanno sapere dal ministero, “nel quadro degli interventi di valorizzazione del merito avviati con la legge Brunetta”.

Intanto un sospiro di sollievo per una parte dei lavoratori atipici: è stato prorogato, infatti, il cosiddetto decreto attuativo “salva-precari”, esteso a tutti i lavoratori che avendo ricoperto incarichi di supplenze nell’ultimo anno scolastico non sono stati riconfermati. Parziale soddisfazione ma anche una certa cautela da parte dei sindacati. L’annunciata stabilizzazione è un “fatto positivo, ma non è la soluzione al problema del precariato” sostiene il segretario nazionale della Uil scuola Pino Turi che torna a chiedere che da settembre «sia approvato il decreto per fare arrivare i soldi degli aumenti retributivi legati all’anzianità di servizio». Più critico il segretario generale Flc-Cgil, Mimmo Pantaleo, che oltre a rimandare al mittente «qualunque ipotesi di blocco definitivo degli scatti e il contestuale utilizzo di queste risorse per il merito», ritiene «insufficiente» il numero delle stabilizzazioni. «I posti concessi non rappresentano neanche il 50% dei pensionamenti – aggiunge il coordinatore nazionale della Gilda, Rino Di Meglio – In questo modo, si continua ad accentuare una politica di precarizzazione del personale che nuoce alla qualità dell’insegnamento».

E ieri sono stati resi noti anche i calendari di rientro a scuola: i primi a tornare fra i banchi di scuola saranno gli studenti degli istituti della provincia di Trento, il 9 settembre. Il 13 settembre, poi, il gran rientro per molte regioni, a partire da Lazio, Calabria, Lombardia e Piemonte.
il messaggero
avatar
Gilberto Carron

Numero di messaggi : 518
utente : genitore
Data d'iscrizione : 15.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum