Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

Voto in condotta al IT Galvani di Milano anche il look potrebbe aiutare.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Voto in condotta al IT Galvani di Milano anche il look potrebbe aiutare.

Messaggio  Bond il Gio Giu 03, 2010 4:24 pm

IL CASO
Short e canotte in aula, il preside ai genitori "Controllate l'abbigliamento dei vostri figli" Circolare ai genitori all'istituto tecnico Galvani di Milano: "Il vestiario sia adatto al luogo"
Gli insegnanti appoggiano la linea dura:


"Anche look deve entrare nel voto di condotta"

di FRANCO VANNI


Spetta alle mamme controllare che le figlie vadano a scuola vestite come si deve, rinunciando a jeans a vita bassa e magliette troppo corte. Lo stabilisce una circolare rivolta alle famiglie del liceo e istituto tecnico Galvani, in via Gatti a Niguarda: «La frequenza deve avvenire con un vestiario adatto al luogo e al momento — scrive il preside Sergio Di Nocera — si invitano i genitori a verificare l’idoneità dell’abbigliamento dei propri figli». La regola vale anche per i maschi, che sono maggioranza fra gli iscritti, a cui si vietano «canottiere e pantaloni corti, sopra o sotto il ginocchio».

Se alcune mamme lamentano l’impossibilità di decidere cosa debbano indossare i figli adolescenti, l’iniziativa del preside piace invece all’associazione di genitori Moige, che rilancia: «Non solo l’iniziativa del Galvani è da imitare — dice Elisabetta Scala, coordinatrice nazionale del movimento con 30mila famiglie iscritte — ma gli istituti, all’inizio dell’anno scolastico, dovrebbero inserire l’abbigliamento fra i criteri in base a cui si assegna il voto di condotta».

La circolare del Galvani arriva dopo una serie di colloqui in cui i docenti, con l’arrivo del primo caldo, avevano bacchettato mamme e papà sul modo di vestire dei loro figli. «Il mese scorso la professoressa di italiano mi ha rimproverato per un paio di short che mia figlia mette spesso — racconta la madre di una ragazzina — la verità è che ha 16 anni, e non ho alcuna possibilità di decidere come debba vestirsi. Se la professoressa ha figli, sa che ho ragione». Nemmeno i docenti sono esclusi dall’appello del preside Di Nocera: anche a loro la circolare chiede di «vigilare sull’osservanza della disposizione».

Fabio Pesatori, insegnante di educazione fisica, ritiene che la circolare pubblicata nell’area “genitori” del sito web della scuola sia «giusta e ragionevole, visto che molti studenti sono minorenni, e spetta quindi alla famiglia controllare le loro azioni». Certo, esiste la possibilità che gli studenti rispondano con un’alzata di spalle anche al richiamo dei genitori. «Decido come mi vesto da quando ho otto anni — dice Marco, iscritto al tecnico industriale — e sinceramente non penso che un paio di pantaloni al ginocchio possa offendere nessuno. Mio padre non li mette, io invece si. E allora?».

Federico, suo compagno di classe, pone un distinguo vecchia maniera: «Secondo me la regola dovrebbe valere solo per le femmine — dice ridacchiando — nella nostra scuola non sono tante, e se vengono a lezione troppo nude tutti si distraggono». Mariagrazia Zanaboni, presidente dell’associazione di aiuto agli adolescenti problematici Amico Charly, vede nella circolare l’inizio di un percorso virtuoso: «I ragazzi delle scuole superiori vivono una tempesta ormonale — dice — ed è comprensibile la spinta a mostrarsi, anche contro le indicazioni degli adulti. Ma è proprio per questo che genitori e insegnanti devono aiutarli a capire che presentarsi in modo sobrio è anzitutto rispetto per se stessi».
avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum