Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

obama  

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

«Matematica? Roba da psicolabili»

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

260310

Messaggio 

«Matematica? Roba da psicolabili»




24 marzo 2010
Corriere della Sera

Il duello Lo studente «Antinoo»: materia oggettivamente dannosa. Il dirigente: avrà litigato con l' insegnante

«Matematica? Roba da psicolabili»

Bufera sul giornalino del Parini. Il preside: vigliacco chi non si firma L' ammonimento «Anzitutto bisogna essere umili, umili per non diventare stupidi agli occhi di chi ci sta intorno»

Il redattore si era lasciato un po' andare sull' ultimo numero dello «Zabaione», il giornalino del liceo Parini, erede della Zanzara. No, questa volta niente sondaggi sui costumi sessuali degli studenti o rivelazioni choc. Solo una considerazione personale, a firma di un indefinibile Antinoo: «I matematici sono soggetti psicolabili e la loro materia è oggettivamente inutile e dannosa! Viva il latino!». Benché classicista, il preside non ha gradito: «Comportamento scorretto e vigliacco». «A proposito di certe affermazioni». Il preside Carlo Pedretti intitola così la circolare in cui condanna «chi non si firma con nome e cognome propri, non assumendosi la responsabilità di quel che dice». Una lezione ai ragazzi. E una stoccata agli adulti: «Questo Antinoo è un personaggio in controtendenza rispetto a certi genitori che pretenderebbero una supermatematica per i loro figlioli, comunque mandati al "classico": storia vecchia, che dovrebbe far gradire le scelte della riforma gelminiana». Poi si entra nel merito della questione: «I matematici sarebbero "psicolabili". Può darsi. Ma a chi si vuole alludere? A qualcuno in particolare? O si tira nel mucchio? E poi: quale mucchio?». Piacere dialettico, divertissement di un preside di lungo corso, una strenua difesa del ruolo dell' educatore. Nella circolare di Pedretti c' è tutto questo. «Antinoo non ama la matematica, così sembra di capire (e sono problemi suoi). Ma dire che la matematica sia "oggettivamente inutile e dannosa" mi sembra troppo, anche per chi abbia litigato con la sua insegnante - né qualifico l' osservazione perché in questo caso sarei molto pesante. Ci vuole pochissimo a smontarla». E in questa storia c' è pure la morale. Anzi due, conclude il preside: «Anzitutto bisogna essere umili, umili per non diventare stupidi agli occhi di chi ci sta intorno e soprattutto di fronte alla nostra indagine interiore. Inoltre bisogna essere riconoscenti ai nostri insegnanti che aprono orizzonti di scienza con dedizione e persino con un po' d' amore, nonostante i limiti umani che possiamo trovarvi». Nessuna punizione, nessuna istruttoria per capire chi sia il famoso Antinoo. Solo avvertimenti, rivolti a tutti. E gli auguri di Pasqua, quelli sì destinati solo al redattore che odia la matematica: «Il lettore di queste mie povere considerazioni se le tenga per una meditazione pasquale».

Sacchi Annachiara

http://archiviostorico.corriere.it/2010/marzo/24/Matematica_Roba_psicolabili__co_7_100324032.shtml
avatar
007
Admin

Numero di messaggi : 223
utente : genitore
Data d'iscrizione : 09.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

«Matematica? Roba da psicolabili» :: Commenti

avatar

Messaggio il Ven Mar 26, 2010 6:25 pm  007

Ecco la circolare da cui parte l'articolo:

20 marzo 2010
A proposito di certe affermazioni del giornalino scolastico (vedere Zabacheca, n. 6,
febbraio MMX) - occasione per porgere gli AUGURI PASQUALI
Sul numero emarginato si legge: “I matematici sono soggetti psicolabili e la loro materia è oggettivamente
inutile e dannosa! Viva il latino!” Firmatario ne è Antinoo, uno pseudonimo.
Partiamo dal fondo, cioè da Antinoo: non mi piace chi non si firma con nome e cognome propri, non assumendosi la responsabilità di quel che dice. Non lo trovo corretto, anzi, penso che sia un tantino da vigliacchi scegliere la strada dell’anonimato per trovare il coraggio di farsi sentire. A meno che non ci si trovi in una situazione da antico regime, come accadeva nella Roma di Pasquino. E’ per questo che non gradisco marchingegni coperti da nomignoli (per lo più demenziali) come avviene nei forum (*), che si sono abbattuti sull’italica litigiosità esasperandola con un’inconcludenza pari solo alla mancanza di capacità propositiva. Rimangono soltanto fatterelli sgradevoli, punturine di zanzara e nulla più: dopo un mezz’ora si sgonfiano.
Andiamo avanti, cioè procediamo nell’analisi del contenuto di quanto si fa portatore Antinoo, unp ersonaggio in controtendenza rispetto a certi genitori che pretenderebbero una supermatematica per i loro figlioli, comunque mandati al “classico”: storia vecchia, che dovrebbe far gradire le scelte della riforma
gelminiana. I matematici sarebbero “psicolabili”. Può darsi. Ma a chi si vuole alludere? A qualcuno in particolare? O si tira nel mucchio? E poi: quale mucchio? Se dovessimo elencare tutti gli psicolabili nella storia del pensiero non si finirebbe più – a cominciare da psichiatri e psicanalisti di fama. L’affermazione è dunque generica, circostanziabile semmai sul controluce di beghe locali ed insipide. Antinoo non ama la
matematica, così sembra di capire (e sono problemi suoi). Ma dire che la matematica sia “oggettivamente inutile e dannosa” mi sembra troppo, anche per chi abbia litigato con la sua insegnante – né qualifico l’osservazione perché in questo caso sarei molto pesante. Ci vuole pochissimo a smontarla e non vale la pena almanaccarci sopra.
Che cosa dimostra la storiella? Due cose. Anzitutto che bisogna essere umili, umili per non diventare stupidi agli occhi di chi ci sta intorno e soprattutto di fronte alla nostra indagine interiore (anche Antinoo ha una sua interiorità). Inoltre che bisogna essere riconoscenti – eh, sì! ho proprio scritto “riconoscenti” – ai nostri insegnanti, che aprono orizzonti di scienza con dedizione e persino con un po’ d’amore, nonostante i limiti umani che possiamo trovarvi. Tutti siamo consapevoli che il Nolite judicare è una gran massima, che vale con tutti gli altri, ma non con noi stessi, i quali, conoscendoci come siamo, ci giudichiamo senz’appello perché tanto nessuno ci vede e ci sente: ma ci brucia di dover ammettere le nostre manchevolezze. Ecco fatto!
Il lettore di queste mie povere conisiderazioni se le tenga per una meditazione pasquale, insieme con i miei auguri, ammesso che contino qualcosa.

(*) Al Liceo Classico si dovrebbe dire fora; c’è chi anglicizza demenzialmente in forums; consiglio la scelta mediana di lasciare il sostantivo inalterato, forum.

IL PRESIDE
Prof. Carlo Arrigo PEDRETTI

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum