Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

iscrizioni anno scolastico 2010-2011 - nuove scadenze

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

iscrizioni anno scolastico 2010-2011 - nuove scadenze

Messaggio  Bond il Sab Gen 16, 2010 11:24 am

Il Ministero dell' istruzione ha diffuso con circolare min. n° 3 del 15 gennaio i termini per le iscrizioni alla scuola dell’infanzia e alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado relative all’anno scolastico 2010/11.

Per ciò che concerne le scuole superiori
  • Il termine di inizio e quello di scadenza per l’effettuazione delle iscrizioni alle istituzioni scolastiche del secondo ciclo è fissato rispettivamente


  • al 26 febbraio e al 26 marzo 2010.


    http://www.pubblica.istruzione.it/normativa/2010/cm3_10.shtml
    avatar
    Bond
    Admin

    Numero di messaggi : 509
    utente : genitore
    Data d'iscrizione : 07.10.08

    http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

    Tornare in alto Andare in basso

    Scuola, torna il fascino dei licei iscrizioni record per il nuovo anno

    Messaggio  Gilberto Carron il Mer Mag 12, 2010 4:46 pm

    I dati derivati dalle opzioni di 500mila ragazzi che stanno
    concludendo le medie. Le incertezze della riforma affossano i tecnici e
    i professionali di SALVO INTRAVAIA


    Volano i nuovi licei, crollano i tecnici e i professionali. Il
    ministero dell'Istruzione ha effettuato una rilevazione sulle
    iscrizioni nelle scuole superiori per il prossimo anno, quando
    partirà la riforma Gelmini. Un dato che va preso "con le pinze"
    perché ancora incompleto, ma che comunque si riferisce alle opzioni
    effettuate all'atto dell'iscrizione da 500 mila studenti di terza
    media. Secondo la rilevazione effettuata da viale Trastevere nelle
    scorse settimane i sei licei (classico, scientifico, linguistico,
    delle scienze umane, artistico e musicale/coreutica) fanno il pieno
    di iscritti. L'aumento, rispetto ai frequentanti le prime classi di
    quest'anno, è del 3 e mezzo percento. Un boom che premia
    soprattutto lo scientifico "light" (opzione delle Scienze
    applicate), senza Latino e con più Informatica, che cresce dell'1,7
    per cento e il liceo linguistico: più 1,1 per cento. Bene anche il
    classico, più 0,7 per cento. Tengono gli artistici e gli ex
    magistrali, ora licei delle scienze umane. Discorso a parte per i
    licei musicali/coreutici, quest'anno ad accesso limitato, che fanno
    registrare il pienone.

    Il quadro per gli istituti tecnici e per i professionali è
    completamente diverso. I primi devono per l'ennesimo anno
    consecutivo dire addio ad una consistente fetta di iscritti: meno
    1,4 per cento. Il calo sarebbe dovuto all'introduzione di due nuovi
    indirizzi (quello delle Scienze applicate allo scientifico e
    l'opzione economico-sociale nel liceo delle scienze applicate) tra
    i licei che avrebbero sottratto iscritti ai tecnici proprio a
    favore dei primi. Mentre il crollo dei professionali (meno 2,2 per
    cento) sembra senza appello: una bocciatura da parte di alunni e
    genitori.

    E dire che il governo sperava in un rilancio, spinto soprattutto
    dalla Confindustria, degli istituti tecnici e professionali, in
    affanno da qualche anno, per rilanciare la ripresa e l'occupazione.
    Ma, al momento, le cose sembrano andare diversamente.
    Probabilmente, a indirizzare altrove la scelta degli alunni ha
    contribuito l'enorme incertezza e la scarsa specificità derivate
    dalla riforma: le ore di lezione sono state tagliate drasticamente
    e a farne le spese, in parecchi casi, sono state proprio le materie
    di indirizzo, quelle professionalizzanti. A questo occorre
    aggiungere il caos determinato dal taglio delle ore in seconda,
    terza e quarta (solo nei tecnici) con i vecchi curricula. Forse,
    famiglie e ragazzini hanno trovato più chiara e rassicurante la
    mappa dei nuovi licei, scegliendola in massa.

    12 maggio 2010)repubblica.it
    avatar
    Gilberto Carron

    Numero di messaggi : 518
    utente : genitore
    Data d'iscrizione : 15.02.10

    Tornare in alto Andare in basso

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


     
    Permesso di questo forum:
    Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum