Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

La trappola Facebook

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La trappola Facebook

Messaggio  007 il Gio Set 17, 2009 8:04 pm

Corriere della Sera

Confidenze online, la trappola Facebook

Il presidente Usa agli studenti: attenti a cosa mettete in Rete, resta per sempre!


MILANO - Vuoi diventare anche tu presidente degli Stati Uniti? Occhio a quello che metti in rete, perché un giorno potrebbe essere usato contro di te. Un consiglio da non prendere sottogamba visto che viene da mr President in persona. Durante un dibattito con un gruppo di studenti di 14 e 15 anni, un ragazzino ha chiesto a Barack Obama qualche dritta per conquistare la Casa Bianca. La regola numero uno, si è sentito rispondere, è avere una reputazione (almeno virtuale) immacolata: «Prima di tutto vorrei che faceste attenzione a quello che pubblicate su Facebook - ha detto il presidente -, perché nell' era di YouTube qualunque cosa facciate potrà essere ritirata fuori più avanti nella vostra vita». Una raccomandazione che ha il sapore di una confessione: Obama ha parlato infatti di diversi errori da lui commessi quando ancora frequentava la scuola. Ha sorvolato sui dettagli, ma probabilmente pensava alle volte in cui, come lui stesso ha ammesso, gli è capitato di fare uso di droghe (e la foto di un Barack studente alle prese con una sigaretta di marijuana non avrebbe certo rafforzato la sua campagna elettorale). «Quando si è giovani si fanno stupidaggini - ha continuato Obama -: ho sentito che parecchie persone pubblicano cose private sui social network, poi fanno domanda per un lavoro e qualcuno va a fare una ricerca su di loro». Non è certo una novità il fatto che oggi sia sempre più facile trovare un impiego (o perderlo) grazie a ciò che si racconta di sé in rete. Secondo l' ultima ricerca pubblicata da careerbuilding.com, la più importante agenzia americana di offerte online di lavoro, il 45 per cento dei manager che deve assumere personale si informa via web sul profilo, professionale e non, del candidato...
I siti preferiti per passare al setaccio i futuri impiegati? In testa, con il 26% delle preferenze, c' è naturalmente Facebook (250 milioni di utenti nel mondo), seguito da LinkedIn con il 26%, MySpace (21%) e Twitter (7%). Il motivo principale per cui un candidato viene affossato è la presenza in rete di sue foto in circostanze o pose poco convenienti, oppure perché confessa la passione per l' alcol o le droghe. Poco tollerati sono anche i commenti non lusinghieri su ex datori di lavoro, colleghi o clienti. Nel cestino finiscono poi i curricula di chi dimostra di avere atteggiamenti discriminatori e di quelli che abusano di «faccini» o abbreviazioni sgrammaticate...E che dire di quegli studenti pavesi che hanno dedicato alla loro insegnante il gruppo «Uccidiamo la prof...» corredando il proposito con una serie di foto scattate durante le ore di lezione? La prof non l' ha presa benissimo e per loro è scattata la sospensione.
Fabio Cutri

Pagina 31
(12 settembre 2009) - http://www.corriere.it/
avatar
007
Admin

Numero di messaggi : 223
utente : genitore
Data d'iscrizione : 09.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum