Genitori a scuola
Questo forum è stato fondato ed è gestito in assoluta autonomia da alcuni genitori di studenti del liceo Parini.
E' un'occasione di libero scambio di opinioni per genitori, studenti, docenti e personale interno ed esterni al liceo.
Perchè la libertà non è star sopra un albero: </>
... libertà è partecipazione



Solo attraverso l'iscrizione è possibile pubblicare messaggi chiedere informazioni e rispondere ad argomenti già pubblicati.
Ultimi argomenti
» Dal sito del Parini i voti on line
Da l.c locatelli Sab Mag 16, 2015 4:28 pm

» Richiesta di informazioni
Da Paola M Dom Apr 26, 2015 8:00 pm

» Scuola: Italia fanalino di coda dell’Europa, 2 ragazzi su 10 abbandonano gli studi
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 7:00 pm

» Al via il premio per la scuola “Inventiamo una banconota”
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:57 pm

» funzionano come le lezioni tradizionali
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:53 pm

» Università: accolti 5000 ricorsi a Medicina ma mancano le aule
Da Gilberto Carron Mar Ott 14, 2014 6:50 pm

» Crociata contro i fuoricorso. Meno fondi a chi ne ha troppi
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:53 pm

» Giannini : un “Erasmus per tutti” è uno degli obiettivi della presidenza italiana dell’Ue
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:51 pm

» Miur, on line l’elenco degli interventi #scuolebelle già realizzati
Da Gilberto Carron Gio Set 18, 2014 2:49 pm

» Giannini: alla maturità torneranno i commissari interni
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 7:01 pm

» Più studenti, stessi prof: parte l’anno scolastico del sovraffollamento
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:58 pm

» La Buona Scuola al via, sale l’attesa per le consultazioni online
Da Gilberto Carron Mar Set 16, 2014 6:55 pm

» Corso di inglese in Irlanda, la mia esperienza!
Da aless90 Mar Ago 05, 2014 2:21 pm

» Scuola, in pensione il provveditore Francesco De Sanctis. Nuovi vertici anche nei licei storici
Da Gilberto Carron Gio Lug 31, 2014 12:43 pm

» Dario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della MatematicaDario e Francesco: così abbiamo vinto le Olimpiadi della Matematica
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 4:05 pm

» Olimpiadi di matematica: Cina prima, Italia lontana dal podio
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:56 pm

» Anief, tra gli studenti bocciati oltre la metà lascia gli studi
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:53 pm

» Contro il caro-libri si ricorre all’usato
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:51 pm

» Università, per 1 studente su 2 ha come priorità gli sconti sui libri di testo
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:50 pm

» Con 100 alla Maturità niente tasse all’Università
Da Gilberto Carron Ven Lug 18, 2014 3:49 pm

Parole chiave

premia il forum con un click
Sito segnalato su Small Advertise!
blog tools

IL preside del Parini vuole le ronde "Studenti presidiate il territorio" - articolo - repubblica.it 25 febbraio 2009

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

250209

Messaggio 

IL preside del Parini vuole le ronde "Studenti presidiate il territorio" - articolo - repubblica.it 25 febbraio 2009




Al Parini gli studenti montano di ronda
di Franco Vanni

Con una circolare il preside chiede ai suoi studenti di "rendersi parte diligente nel controllo sul territorio" dopo l'aggressione di un ragazzo della prima liceo
Ronde di studenti contro la delinquenza nel quartiere. A chiederle è il preside del liceo classico Parini, Carlo Pedretti, che in una circolare invita i ragazzi a “rendersi parti diligenti nel controllo sul territorio”.
Il documento è stato pubblicato sul sito della scuola di via Goito, zona Brera, dopo che uno studente del primo anno è stato minacciato con un coltello e rapinato mentre raggiungeva il liceo. Il nome della circolare dice tutto: “Ordine pubblico”. Si chiede agli studenti di “prestare particolare attenzione” agli incontri che si possono fare vicino a scuola, e riferire ai professori quanto vedono in strada “in ottemperanza delle nostre leggi a presidio dell’ordine pubblico”.
L’episodio del quattordicenne, rapinato di 20 euro la scorsa settimana, non è isolato. Da tempo — raccontano con qualche reticenza gli studenti — alcuni gruppetti di “bulli” hanno scelto il quartiere come luogo di caccia: piccolo spaccio, furti a danni di coetanei, risse per debiti di droga non pagati. Alcuni sono minorenni, altri non lo sono più da poco.
Uno dei punti caldi è il ponte delle Gabelle, sotto a cui la sera si ritrovano bande di giovanissimi. Un altro è il parchetto di Moscova, a poca distanza dalla centrale dei carabinieri.
L’iniziativa del preside a scuola è stata accolta da reazioni contrastanti. I primi a dividersi sono i professori. Per alcuni l’appello è inutile o meglio «semplicemente grottesco», come dice un’insegnante. «Chiedere ai ragazzi di controllare il territorio è ridicolo — sostiene la professoressa — all’ordine pubblico devono provvedere le forze di polizia, non gli studenti. Non capisco questa mania delle ronde».
Per altri suoi colleghi, invece, l’esperimento può essere utile. «Sono anni che sento raccontare dai ragazzi risse e pestaggi come fossero episodi mitici — dice un professore — chiedere loro di segnalare episodi di delinquenza o situazioni di degrado serve a diffondere una cultura della legalità».
Anche fra gli studenti il dibattito è acceso. Carlotta Largher, studentessa all’ultimo anno e rappresentante della lista Alternativa Aperta, sull’iniziativa del preside è scettica: «Non penso che la circolare possa essere utile a migliorare la situazione del quartiere — dice — anche se gli studenti dovessero segnalare ai professori episodi di sopruso, chi li compie non avrà nessuna conseguenza». Tanto più che i bulli non sarebbero studenti del Parini. Ma Largher ammette: «Il problema delle rapine esiste, un mio amico tornando a casa da scuola è stato fermato e derubato, sempre da coetanei». È successo vicino all’oratorio di San Simpliciano, dietro via Solferino. Anche in quel caso lo studente ha denunciato in questura, ma a scuola della questione non si parlava, se non nei discorsi all’intervallo. La novità è che questa volta la vittima dell’aggressione, avvenuta poco prima delle otto del mattino, ha deciso di parlare, anche con il preside.
La professoressa che per prima ha rassicurato il ragazzino dopo l’aggressione racconta: «Lo studente ha detto di essere stato rapinato da uno straniero sui vent’anni, forse romeno. Adesso lui, che è tranquillo e un po’ timido, dice di avere paura a venire a scuola, non si sente sicuro». Un timore che i genitori da giorni cercano di fargli superare: «La madre dopo l’aggressione lo ha accompagnato a scuola — racconta l’insegnante — con loro c’era anche un poliziotto, oltre al preside. Lo ho trovato un bel segnale: solo la collaborazione fra le istituzioni e le famiglie può davvero aiutare ad affrontare situazioni come questa».
avatar
Bond
Admin

Numero di messaggi : 509
utente : genitore
Data d'iscrizione : 07.10.08

http://genitoriliceoparini.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

IL preside del Parini vuole le ronde "Studenti presidiate il territorio" - articolo - repubblica.it 25 febbraio 2009 :: Commenti

avatar

Messaggio il Mer Feb 25, 2009 2:03 pm  Bond

Grazie ad attenti e solerti giornalisti ogni comunicazione interna che riguarda il nostro Liceo viene usata e abusata.

questo il testo della circolare:
OGGETTO: Circolare sull’Ordine Pubblico
Si invitano gli Studenti ad una particolare attenzione fuori dell’Istituto e nelle sue
vicinanze nei rapporti, anche occasionali, che possano intrattenere con estranei, al fine di evitare spiacevoli episodi ed al fine di rendersi parti diligenti nel controllo sul territorio riferendo a Preside e Docenti eventuali fatti a loro occorsi.
Si ringraziano tutti per la civica collaborazione, nel rispetto dell’altrui dignità, ma
anche in ottemperanza delle nostre leggi a presidio dell’ordine pubblico.
Il Dirigente Scolastico

Prof. Carlo Arrigo Pedretti

Il
giornalista sì è lasciato prendere e ispirare dai termini "ordine pubblico", "controllo del territorio", "civica collaborazione", "leggi a presidio", per cavalcare l'onda del dibattito ronde si ronde no.
Da sempre i ragazzi devono riferire all'adulto ciò di cui sono spettatori o vittime, da sempre si invitano i ragazzi a non avere rapporti con persone sconosciute e ad essere cittadini responsabili.

james bond 007

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum